Il dado delle emozioni

Per favorire la conoscenza delle emozioni proponiamo ai bambini un gioco utilizzando il dado delle emozioni. Durante il periodo dell’accoglienza è importante dedicare del tempo in cui i bambini possano esprimere il proprio vissuto e le proprie emozioni. 

Destinatari:

  • bambini della scuola dell’infanzia,
  • bambini della scuola primaria.
Questa attività favorisce:

  • la conoscenza delle emozioni.

Materiale occorrente:

cartoncino bianco A4, pastelli, colla e forbici.

Procediamo come segue:

  • Fotocopiamo il modello sul cartoncino bianco.
  • Coloriamo le faccine con i pastelli.
  • Ritagliamo il dado e componiamolo.

Invitiamo i bambini a lanciare il dado e a nominare l’emozione rappresentata. I bambini potranno raccontare in che occasione hanno provato l’emozione rappresentata e potranno anche mimare l’espressione. Se si tratta di un’emozione negativa possiamo invitare i bambini a individuare le strategie possibili per superare questa emozione. Chiediamo ad esempio:

  • Come ti sentivi quando eri triste (oppure arrabbiato o impaurito)?
  • Che cosa hai fatto per superare la tristezza (oppure la rabbia, ecc.)?



Stampate il modello per realizzare il dado.



Suggerimenti:

Nel post Emozioni: schede didattiche, poesie, storie, attività è disponibile l’indice delle attività relative alle emozioni.

Iscrivetevi al canale YouTube di Fantavolando e cliccate sulla campanella così vi arriverà la notifica di tutte le novità inserite. Seguite Fantavolando anche su FacebookPinterest e Instagram per essere sempre aggiornati sulle novità!

Le schede, le storie, le poesie, i video, le attività e tutti i materiali di Fantavolando.it sono protetti dalla legge sul diritto d’autore. I materiali si possono utilizzare in classe per i bambini lasciando tutti i riferimenti agli autori e al sito ma non possono essere modificati/rielaborati, né inseriti in altri siti, blog, social, gruppi Facebook, piattaforme per la DAD, gruppi social, canale YouTube, ecc. e non possono essere utilizzati per concorsi, testi, spettacoli, canzoni, pubblicità, laboratori organizzati da enti/privati/associazioni/pedagogisti/psicologi o altri professionisti in genere, ecc. come indicato nelle condizioni d’uso.